AMBLIOPIA

OCCHIO PIGRO

Ambliopia o "occhio pigro"

L'occhio ed il cervello lavorano assieme per permettere il fenomeno della visione. "Ambliopia" è il temine scientifico usato per indicare la situazione nella quale la visione da un occhio è ridotta in quanto l'occhio ed il cervello non lavorano bene assieme. L'occhio è di per se stesso normale, ma non viene utilizzato in maniera normale perchè il cervello favorisce l'altro occhio, per così dire sopprimendo l'immagine dell'occhio ambliope, detto anche "occhio pigro".

L'ambliopia è la causa piu' comune di riduzione della vista nei bambini. Questa situazione colpisce circa 2 o 3 bambini su 100. A meno che non sia trattata nella precoce infanzia, l'ambliopia di solito persiste in età adulta ed è la causa piu' comune di ridotta visione monoculare (da un occhio) tra i bambini e gli adulti di mezza età.

L'ambliopia si può e si deve trattare, ma la terapia è tanto piu' efficace quanto più precoce, di solito al di sotto dei sette anni di età. Il trattamento dell'ambliopia consiste nel correggere se possibile le cause che l'hanno determinata (per esempio correggendo il difetto visivo con occhiali) e nel far utilizzare l'occhio pigro al bambino, in modo da stimolarlo nuovamente. 

Al momento attuale l'ambliopia può essere corretta solo entro l'età di circa 10 anni. Infatti durante i primi anni di vita si sviluppano le connessioni nervose del cervello con l'occhio, che poi rimangono tali per tutta la vita.

Pertanto è essenziale una diagnosi precoce!

Dott. Gianni Amerio, medico oculista specialista in oftalmologia pediatrica